Museo – Complesso Imperiale di Yohannes IV

Il restauro del complesso imperiale di Yohannes IV, la cui costruzione risale agli anni 1881-84, è stato un processo di grande interesse: non solo per gli aspetti tecnici affrontati e le difficoltà incontrate – prevedibili in una città posta a oltre 2000 m di altitudine sull’altipiano etiopico settentrionale, non lontano dal confine (allora chiuso) con l’Eritrea e collegata con la capitale, Addis Abeba, in pratica soltanto per via aerea – ma anche per quelli di carattere culturale. I rapporti con le autorità locali preposte al controllo dei lavori e con i tecnici e le maestranze etiopi sono stati tuttavia sempre buoni e improntati a spirito di collaborazione.

Il passaggio dalla fase di progetto a quella esecutiva ha comportato la revisione del primo: sono state scoperte alcune modifiche alle bucature impropriamente eseguite in passato, oggi riportate alle loro dimensioni originarie. Si è inoltre ragionato sulle due scale esterne dell’edificio minore, entrambe aggiunte in un momento successivo alla prima fase costruttiva. Si è così optato per la demolizione della scala sul lato meridionale dell’edificio, danneggiata e frutto di un’addizione più tarda, e per il mantenimento di quella sul lato settentrionale, necessaria al funzionamento dell’edificio quanto testimoniata da una vecchia foto.

Particolarmente delicato è stato il restauro del legno. L’autore del complesso, l’italiano Giacomo Naretti, era un falegname. Le parti lignee sono notevoli già all’esterno: per le grandi logge del secondo livello dell’edificio principale, per gli infissi e i caratteristici ricorsi ordinatori presenti in facciata. Ma il legno è soprattutto il maggiore responsabile della qualità degli interni: per le coperture degli ambienti, i cui intradossi appaiono fortemente caratterizzanti, e la eccellente fattura del portone d’ingresso, del trono, della grande scala ecc. Il nostro consulente per il restauro del legno ha dato vita a un vero e proprio laboratorio, coinvolgendo in cantiere un gran numero di falegnami locali: tutti i componenti sono stati rilevati, smontati, numerati, restaurati (con la sostituzione delle parti ammalorate) e infine rimontati. Il recupero della qualità materica dei pavimenti lignei del primo piano ci ha spinto a riproporne di simili al piano terreno.

Il consolidamento delle parti murarie – urgente sia per le pessime condizioni statiche dei due edifici sia per il necessario adeguamento sismico – è stato realizzato con opere di cuci-scuci, con il montaggio di catene metalliche e con la realizzazione di un sandwich di rete metallica.

Il parco, l’unico nel centro di Mekele, è stato riaperto al pubblico. Molti spazi all’aperto sono stati pavimentati ricorrendo a lastre di pietra locale. Gli edifici storici sono stati inoltre oggetto di un accurato progetto illuminotecnico. Nel complesso, il restauro ha costituito una grande occasione per l’Heritage etiope: il principale edificio storico di Mekele, dopo aver riacquistato la sua immagine originaria, contribuisce adesso alla rinascita culturale e turistica di Mekele.

Categorie
  1. Portfolio Lavori
  2. Museo – Complesso Imperiale di Yohannes IV
Estero, Musei
Incarico Progetto Direzione Artistica, Progetto Definitivo, Progetto Esecutivo, Progetto Preliminare
Ubicazione Mekele, Etiopia
Committente Ministero della Cultura di Etiopia
Importo Lavori € 1.600.000,00
Timeline 2010 -2013
Altri Lavori
Museo – Palazzo di Re Menelik II
Progetto Torre per Uffici
Residenza Ryad Arabia Saudita
Villa a Riyadh
Menu